Come puoi contattarci: scrivici una mail su CONTATTI |chiamaci al cell.

Il Nostro Blog

Il progetto “Arcobaleno”

Sta quasi per concludersi, e con un grandissimo successo, il progetto “Arcobaleno”! E’ stata realizzata una serie di divertenti laboratori per favorire ed incentintivare l’integrazione dei ragazzi figli di immigrati dei comuni di Corigliano Calabro,  San Cosmo Albanese, San Giorgio Albanese, San Demetrio Corone e Vaccarizzo Albanese.

Sta quasi per concludersi, e con un grandissimo successo, il progetto “Arcobaleno”!

E’ stata realizzata una serie di divertenti laboratori per favorire ed incentivare l’integrazione dei ragazzi figli di immigrati.

Realizzato nel corso di quest’anno scolastico, ha visto coinvolti diversi comuni del Distretto Socio-sanitario di Corigliano Calabro.

Oltre Corigliano, che è il comune capofila e che ha preparato il progetto, ci sono anche i comuni arbreshe San Cosmo Albanese, San Giorgio Albanese, San Demetrio Corone e Vaccarizzo Albanese.

Ma vediamo in concreto di cosa si tratta.

Quali sono i punti centrali del progetto?

    – La istituzione di un laboratorio sportivo per l’intero Distretto

    – La istituzione di un laboratorio musicale per il Comune di Corigliano

    – La istituzione di un Laboratorio di educazione interculturale in tutti i paesi del Distretto e che comprende anche il Cineforum.

A chi è stato affidato il coordinamento delle attività?

Lo svolgimento delle attività è stato assegnato:

    – all’associazione Torre del Cupo per il territorio del Comune di Corigliano

    – ed alla Cooperativa Atlante per il territorio degli altri Comuni.

Cosa è stato realizzato fin’ora?

    – Fino ad ora l’associazione Torre del Cupo ha realizzato il Laboratorio Musicale con la collaborazione dell’Orchestra Giovanile di Fiati Città di Corigliano Calabro.

    I ragazzi che hanno partecipato sono stati simolati ad esibirsi in pubblico, sia da soli che in gruppo, sono stati anche accompagnati nella creazione di una propria band: lo scopo è evidente ed importante. Rafforzare la sicurezza individuale e la coesione sociale, stimolare la fantasia e la creatività.

    – Il Laboratorio sportivo ha avuto altrettanto successo: è stato realizzato con la collaborazione della squadra di calcio Schiavonea ’97. Oltre a partecipare agli allenamenti i ragazzi hanno avuto la possibilità di giocare delle partite con la squadra!

    Sul territorio dei paesi arbreshe, è stato organizzato un Torneo di Calcetto, formando due squadre per ogniuno dei quattro paesi, ciascuna delle quali composta da un gruppo multi-etnico.

    La Cooperativa Atlante, invece, sul territorio dei paesi arbreshe, ha organizzato un Torneo di Calcetto, formando due squadre per ogniuno dei quattro paesi, ciascuna delle quali composta da un gruppo multi-etnico.

    Si è voluto incentivare, durante la fase di allenamento, durata oltre tre mesi, lo scambio interculturale e confronti fra le varie etnie.

    Il coordinatore della parte sportiva è stato il prof. Samuele Minisci,che ha potuto contare sul contributo dei quattro allenatori, uno per ogni paese interessato: Damiano Bruno, Cosimo Bellucci, Angelo Fusaro e Giorgio Biondino.

    – E’ in corso di realizzazione il Cineforum multiculturale, che prevede incontri periodici, durante i quali , nelle scuole dove è stato già realizzato, sono stati coinvolti i ragazzi nella visione di film con tematiche connesse all’innmigrazione.

    Ciascuna proiezione è stata seguita da momenti di riflessione e confronto diretti dalla neuropsicologa Dr.ssa Santina Palummo.

Quali sono i prossimi appuntamenti?

A giorni inizierà l’ultima attività prevista dal progetto in tutti i Comuni del Distretto : Il Laboratorio di Educazione interculturale – Disegna l’integrazione, parteciperanno tutti gli alunni delle scuole del territorio.

I minori, organizzati in gruppo, dovranno disegnare, utilizzando le tecniche artistiche che ritengono più opportuno, un’immagine, una situazione, un simbolo che possa racchiudere ed illustrare il concetto di integrazione e di multiculturalità.

Quali sono in concreto i risultati di questa esperienza?

Il progetto ha certamente facilitato l’integrazione dei giovani immigrati, attraverso tutti i momenti di aggregazione e socializzazione organizzati durante i laboratori, rafforzando anche il senso di partecipazione attiva alla comunità locale.

Altro elemento importantissimo, è stata la valorizzazione della diversità vista come opportunità di crescita per i ragazzi, e non come motivo di paura e diffidenza.

Quali sono i progetti futuri?

L’entusiasmo con cui è stata accolta questa esperienza, le diverse amicizie nate tra i ragazzi, hanno convinto chi ha partecipato a ripeterla e, probabilmente, l’anno prossimo sarà organizzato un torneo di calcetto allargato anche ad altri comuni.

Naturalmente seguirò gli sviluppi e vi informerò sulle prossime attività.

Intanto faccio un In Bocca al Lupo ai ragazzi che questo fine settimana parteciparanno alle semifinali e finali del Torneo.

L’appuntamento è a Vaccarizzo: Sabato 9 aprile alle 15 per le prime semifinali; il prossimo finesettimana, sabato 16 e domenica 17 aprile per la seconda semifinale e per l’attesa finale!

Leave a Reply