Come puoi contattarci: scrivici una mail su CONTATTI |chiamaci al cell.

Progetto "Libro Parlato"

I Volontari dell'ADA Corigliano Leggono Libri Agli Anziani Ospiti Della “Casa Protetta S.Pio e Madonna dell’Immacolata”

Progetto “Libro Parlato”: per l’ADA Corigliano una partenza da 5×1000!

libro parlato

L’8 novembre l’ADA Corigliano, ha dato il via a “Libro parlato”, progetto finanziato con i contributi del 5 x1000 dall’ADA Calabria. L’obiettivo è vivacizzare il soggiorno degli anziani ospiti della struttura sanitaria di Corigliano “Casa Protetta S.Pio e Madonna dell’Immacolata”, grazie alla lettura di alcuni testi da parte dei volontari dell’ADA.

Ogni lunedì, alle 16:30, storie, racconti e romanzi diventano così protagonisti della Casa allietando, di volta in volta il periodo di degenza degli anziani che per vari motivi non riescono ad avere la possibilità di leggere. Si offre, a chi lo vuole, l’opportunità di condividere quella meravigliosa emozione che l’ascolto di un buon libro riesce a dare.

Il progetto durerà almeno sei mesi, ma nell’eventualità che venga richiesto può essere prorogato per altri sei mesi.

Il Presidente dell’Ada Corigliano, Giovanna Caruso, risponde ad alcune domande per spiegare meglio cos’è il progetto “Libro parlato” e cosa intende offrire.

Che tipo di struttura è la “Casa Protetta S.Pio e Madonna dell’Immacolata”?

La casa Protetta S.Pio e Madonna dell’Immacolata è una struttura privata che accoglie anziani che non vogliono stare soli oppure con problemi di salute E’ utilizzata anche dalla Regione Calabria per l’assistenza di anziani in difficoltà. Attualmente ospita oltre 50 persone.

Come si svolge l’incontro?

I volontari leggono quelle storie segnalate dall’equipe socio-sanitario della Casa Protetta e concordato con i loro ospiti,che possono intervenire in qualsiasi momento.

Quanti volontari sono coinvolti in questo progetto e qual è il loro ruolo?

L’attività viene svolta dalla presidente dell’associazione e da due volontari, di cui uno, Stefano Scigliano, è incaricato della lettura e commento delle immagini proiettate,e un altro volontario cura la parte tecnica, in particolare del computer, della proiezione delle immagini e delle attrezzature varie per amplificazione ecc.

I due volontari sono inoltre assistiti dal personale specializzato della “Casa Protetta San Pio e della Madonna dell’Immacolata” che è composto da psicologi, infermieri professionali, e laureati in scienze dell’animazione e dell’educazione.

Cosa è stato letto fin’ora?

Nelle sedute già effettuate si è letto il libro “S. Francesco di Paola – Vita illustrata” pubblicato nel 1989 di P. Antonio Castiglione O.M.

C’è qualche genere di storia che viene preferita rispetto ad altre?

Le richieste da parte degli ospiti sono orientate maggiormente su temi religiosi.

Qual è stata la reazione all’iniziativa del progetto “Libro parlato”che l’Associazione sta portando avanti?

Gli operatori della “Casa Protetta” ci riferiscono che spesso gli anziani coinvolti sono sensibilmente elettrizzati il lunedì perché sanno di poter trascorrere un’ora veramente serena ascoltando quelle letture che loro preferiscono.

I familiari degli anziani condividono l’entusiasmo dei loro parenti?

Certo. Infatti quando incontriamo i familiari degli ospiti della Casa Protetta, durante la conversazione traspare chiaramente l’entusiasmo non solo degli ospiti, ma anche degli stessi familiari che ci chiedono di continuare anche nel futuro questa bella esperienza.

Leave a Reply