Come puoi contattarci: scrivici una mail su CONTATTI |chiamaci al cell.

Costituire E Gestire Un'Associazione di Volontariato

Una pratica guida che ti aiuta, passo dopo passo, a scoprire le regole per gestire al meglio e costituire un'Associazione di Volontariato

Cosa si deve fare per sciogliere una ODV?

Sciogliere un'associazione

Rubrica: Costituire e Gestire un’Associazione di Volontariato.

Il post di oggi è dedicato allo scioglimento di una OdV, argomento necessario per chiudere un pò il cerchio della “vita”, nei suoi tratti fondamentali, di un’Associazione.

Nei prossimi post approfondirò, invece, gli aspetti contabili, un tema di certo un pò ostico, specie per chi costituisce un’Associazione per essere d’aiuto alla Società, e si ritrova a dovere far conti e operazioni matematiche.

Ma andiamo per gradi e occupiamoci dell’atto finale di un’Associazione.

Lo scioglimento o la sua estinzione e la successiva fase di liquidazione dei beni.

Le OdV possono essere sciolte tramite convocazione dell’Assemblea Straordinaria (Art. 21 comma 3 cc)

Nel corso dell’Assemblea dev’essere deliberata lo scioglimento dell’Associazione e la nomina del liquidatore, che può essere anche uno degli amministratori in carica.

La delibera di scioglimento dev’essere presa con il voto di almeno 3/4 degli associati, quorum che non può essere modificato dallo Statuto.

L’art.27 cc prevede alcune cause di possibile estinzione, mentre altre, secondo l’art.16 comma 3 cc, possono essere previste previste nell’Atto Costitutivo:

La Odv può estinguersi:

    – per il raggiungimento dello scopo

    – per l’impossibilità di raggiungerlo

    – il venir meno di tutti gli associati

    – la dichiarazione di nullità del contratto associativo

    – la revoca del riconoscimento (nel caso in cui la OdV sia un’associazione riconosciuta e sia destinata ad operare solo in quanto tale)

Lo Statuto può prevedere che l’ OdV si estingue nel caso di

    – previsione di un termine di durata

    – opposizione di una condizione risolutiva

Lo scioglimento della Odv produce effetti a partire dalla data in cui è stata adottata la delibera.

Il verbale di scioglimento, ossia la delibera di scioglimento della OdV con relativa nomina del liquidatore, serve per procedere alla cancellazione del codice fiscale ( dev’essere compilato il modulo apposito ed inviato all’Agenzia delle Entrate) e per comunicare lo scioglimento agli organi pubblici di competenza.

La comunicazione della delibera di scioglimento è necessaria perchè, occorre un provvedimento di accertamento dell’estinzione, effettuato dalla prefettura o dall’Ente Locale competente (art. 6 del DPR 361/2000)

Gli amministratori della Odv, dalla comunicazione del provvedimento di scioglimento da parte dell’autorità competente o della delibera assembleare, non possono compiere alcuna operazione (art.29 cc)

Dalla data della delibera o del provvedimento di scioglimento prende avvio la fase della liquidazione, che ha lo scopo di determinare l’entità del patrimonio della OdV e pagare eventuali debiti residui.

Il patrimonio della OdV in liquidazione dev’essere devoluto ad un’altra Associazione di Volontariato operante nello stesso settore (art. 5 comma 4 della legge 266/91)

Con la chiusura della procedura di liquidazione, il Presidente del tribunale comunica la cancellazione dell’ente dal registro delle persone giuridiche, agli uffici competenti.

Eventuali controlli di carattere fiscale potranno comunque essere effettuati sull’anno in corso e i cinque precedenti.

Per domande o approfondimenti hai diverse possibilità:

    – puoi scrivere un commento qui sotto

    – puoi andare nella sezione contatti e scrivermi una email.

    – puoi andare sulla nostra pagina facebook

Cercherò di risponderti nel giro di 24 ore.

Ti aspetto lunedì prossimo per l’approfondimento sugli aspetti contabili.

Immagine: André Kertész – Hospice di Beaume 1929

Leave a Reply